Un eventuale contributo di Ateneo, erogato a partire dal 10 novembre 2018 subordinatamente alla verifica della disponibilità finanziaria e all’effettivo raggiungimento dei crediti minimi (vedi tabella approvata dal Senato Accademico nella seduta del 22 novembre 2011). Tale contributo viene differenziato in base alla fascia di contribuzione in cui il candidato risulta inserito a seguito della richiesta di  riduzione delle tasse d’iscrizione (scadenza 15 gennaio 2018) all’a.a. 2017/2018 così come indicato nella tabella che segue:

a.a. 2017/2018così come indicato nella tabella che segue:

CREDITI MINIMI

♣12 MESI (60 crediti tot.): minimo 38 crediti

♣11 MESI: minimo 35 crediti

♣10 MESI: minimo 31 crediti

♣9 MESI: minimo 28 crediti

♣8 MESI: minimo 25 crediti

♣7 MESI: minimo 22 crediti

♣6 MESI: minimo 19 crediti

♣5 MESI: minimo 16 crediti

♣4 MESI: minimo 13 crediti

♣3 MESI: minimo 9 crediti


N.B.: Per i crediti minimi si fà riferimento ai crediti ECTS presi (esami fatti e superati) nella sede straniera



N.B.: Gli studenti non devono re-inoltrare la richiesta ISEE all’Ufficio Rapporti Internazionali, in quanto farà fede quella già presentata alla Segreteria Studenti all’atto del pagamento delle tasse universitarie.

N.B.: Agli studenti che nell’a.a 2020/2021 beneficiano della borsa erogata dall’Ente Regionale per il Diritto allo Studio (ERDIS), l’eventuale contributo sarà di € 100,00 mensili.

Si informa gli studenti che in caso di mancata assegnazione dei fondi comunitari o di una diminuzione degli stessi, lo status di studente Erasmus verrà garantito a tutti ma l’ammontare complessivo delle mensilità finanziate a ciascuno studente e l’eventuale contributo aggiuntivo verranno diminuiti in proporzione all’effettivo finanziamento da parte dell’Unione Europea